La repubblica delle fanfaluche

“Mi contraddico? Benissimo, allora mi contraddico, (sono immenso, contengo moltitudini).” – W. Whitman

Mi riabilito all’armonia soprattutto nei giorni di attesa. Quando si è seminato già da tempo ma non appare del germoglio neanche l’ombra. E ti giri più volte verso la stessa direzione per vedere se qualcosa è cambiato, se il bus ha svoltato da dietro la via, se i fiori sono stati restituiti dalla risacca porosa del tempo. Non c’è risposta alcuna. E anche il corpo ti chiede l’immobilita, nonostante la danza sia il tuo mestiere. Ho sorriso per i movimenti dell’avambraccio, per l’ombra che trascino, per lo scrocchiare delle ossa in un concerto di percussioni. Sfugge il sorriso come un colpo di tosse su un cumulo di piume bianche. Si disperde in mille punti di domanda, bianchi, leggerissimi. Vorrei sentirmi più vicino all’idea che mi ero fatto di me. Invece sorrido del fatto di allontanarmi diligentemente dal mio progetto. Scegliendo di fottermene totalmente. Scegliendo la mia unità di misura nella lista delle priorità:

⁃ umanità;

⁃ vita;

⁃ la ragione sugli altri.

Sono mesi che lascio parlare il mio sorriso, anche quando vorrei scegliere a caso tra la folla qualcuno a cui dare la colpa di tutti i mali del mondo. Armato di fossette. A fare spalluccia se qualcuno si è scordato di dirmi ciao. Sbattendomene il cazzo. Leggendo poesie di Walt Whitman. Sillabando la parola amore. Che tutto spiega, tutto permea, risolve e riabilita appunto. Mi prendo tutto il tempo di cui ho bisogno per creare una nuova costituzione: la repubblica dei ripensamenti, gli stati generali delle fanfaluche, la contea dei disordinati. Digitando la località “ a ramengo” sul navigatore. L’armonia è una sorta di reflusso gastrico. Ti sale da dentro quando vuole lei è ti cambia la giornata. E mentre pensi di averla spiegata come fosse un’espressione matematica, lei ha già trovato una prova reale per smentirti. E dimostrarti il contrario.

Annunci

100% puro zombie italiano

zombie italiano doc \ ph. Kyle Thompson
zombie italiano doc \ ph. Kyle Thompson

Amo le tradizioni, soprattutto quando non sono le mie. Quando sono radicate nel tempo, quando hanno un valore estetico ed estatico, quando sono sedimentate nel reale tessuto umano. Quando sono legate alla partenza, al distacco, al timore del futuro.

Non amo le tradizioni studiate a tavolino per fini commerciali di bassa lega. Dunque odio Halloween quanto odio la Notte della Taranta. Odio la festa del papà quanto Ferragosto.

Tuttavia questo sempre crescente entusiasmo italiano per Halloween ha una spiegazione antropologica esatta. Gli italiani sono dei perfetti zombie. Deambulano per le strade, fanno shopping, bevono mojto, vanno al Frida o al Mono, ti consigliano diete e SerieTv cool, emettono i loro versi sollevando pesi alla GetFit, si lamentano della crisi e dei profughi, hanno un incarnato sinistro, oltrepassano altri zombie in cerca di carcasse ancora calde.

Lo zombie italiano educa i suoi figli maschi al virilità calcistica e le figlie femmine alla ricostruzione unghiale. Gli zombie genitori dicono ai figli di avergli dato tutto, e i figli sono zombini infelici come gli zombie del terzo mondo. Gli zombie italiani sanno che solo un vero zombie maschio e femmina possono formare una solida famiglia zombie italiana cristiana costituzionale. Perchè i bambini, a scanso d’equivoci, hanno bisogno della figura bi-zombiale del padre e della madre.

Due zombie dello stesso sesso in italia non possono fare famiglia. Perchè sono zombie di serie B. E gli zombie di serie B non si lamentano, non fanno la rivoluzione, ignorano chi sia Martin Luther King, pensano che Stonewall sia un locale di incontri con darkroom al piano -1.

Poi ci sono gli zombie politici che hanno infettato tutti. Hanno contagiato prima i loro amici e portaborse e poi il popolo con la loro disumana noncuranza. Il popolo italiano contagiato dalla zombiezza coltiva il suo orticello di zucche e reclama con forza il suo orgoglio di cittadino zombie ma se, mettiamo il caso,  qualche zombie tedesco viene a pisciare nelle fontane del Bernini, nessun zombie italiano si sente autorizzato a intervenire. Tutti hanno fiducia in una italiana giustizia zombie. Lo zombie italiano fa volontariato tramite donazione di marshmallows ma non conosce il nome del suo vicino di pianerottolo.

Halloween è la festa degli italiani. Buona notte lume della ragione!